SUCCESSIONI

Il complesso delle norme che regolano il trapasso dei beni del defunto alla persona che gli succede si chiama diritto ereditario o successorio e trova il suo fondamento sia nell’esigenza che la morte non interrompa i rapporti giuridici di colui che ha cessato di vivere, sia nella considerazione che i suoi interessi economici e sociali possono riguardare non solo la sfera privata ma anche quella di tutta la collettività.

Un importante principio del nostro ordinamento giuridico stabilisce infatti che un patrimonio non deve rimanere mai senza proprietario. Questo patrimonio (del quale si usa dire che è caduto in successione e che si chiama anche asse o massa ereditaria) è formato dall’insieme dei beni di proprietà del defunto e dal complesso dei rapporti giuridici attivi e passivi di cui era titolare.I rapporti che formano oggetto della successione sono esclusivamente di carattere patrimoniale. Sono esclusi, tuttavia, dalla successione alcuni rapporti patrimoniali di durata temporanea come l’usufrutto, l’uso e l’abitazione o gli obblighi alimentari. 

Tali diritti, infatti, sono legati alla persona a cui si riferiscono e cessano di esistere con lei.

– Relazione di testamenti
– Divisioni ereditarie
– Impugnazione testamenti
– Tutela quote di legittima
– Tutela del patrimonio
– Assistenza stragiudiziale

Studio Legale Guerreri - Pistorello